Annunci di Lavoro

Proprietà

La produzione di birra si concentra su diverse tipologie cominciando con quelle "lager" ossia a bassa fermentazione, passando per quelle "light" e dunque leggere terminando con quelle "bock", le più forti birre tedesche. Le birre sono chiare oppure scure e le prime sono nettamente più diffuse.

Non possiamo parlare di una classificazione codificata per le birre ma possiamo comunque verificare noi stessi l'eventuale buona qualità di tale bevanda. Cominciamo con la schiuma: essa nasce dalla interazione di anidride carbonica pertanto se appare densa e irregolarmente frastagliata significa che non è stata trattata con essa; una buona birra sprigiona una schiuma persistente e cremosa.

Ricordate che la birra va versata lentamente lungo un lato del bicchiere leggermente inclinato in modo tale che possa formarsi la schiuma; per quanto concerne il gusto possono influire l'acqua adoperata, la quantità di luppolo che determina l'aroma della birra, la qualità dei cereali (se di poco pregio il gusto sarà inevitabilmente incerto) e il tipo di lievito.

E' molto importante che la birra sia servita fresca e che l'anidride carbonica non si disperda al momento della spillatura, il che, come abbiamo detto in precedenza, andrebbe a scapito della schiuma ma metterebbe in discussione anche la frizzantezza e la freschezza della birra.

Si ricordi inoltre che la birra ha un potere nutritivo piuttosto alto e detiene minerali e vitamine importanti per le funzioni dell'organismo; tale bevanda si trova in lattina, in fusto oppure in bottiglia.